L’ultima teoria sul web su The Blacklist avrebbe del clamoroso: Red Reddington potrebbe essere il vero cattivo della prossima stagione! 

 

 

È solo una teoria. Ci teniamo subito a precisare perché, quanto vi stiamo per spiegare, avrebbe del clamoroso. The Blacklist, fin dal suo primo episodio, si è incentrata sempre sui cattivi. D’altronde la lista nera di Reddington è stato ed è il motore della serie. Negli ultimi quattro anni, il team creativo di The Blacklist è riuscito a regalarci ogni settimana un criminale diverso, senza mai deluderci.

The Blacklist

La domanda che i telespettatori di The Blacklist si stanno ponendo negli ultimi mesi è una sola: chi sarà il cattivo della quinta stagione? Effettivamente, il tema è scottante. In ogni stagione, Red ha dovuto fronteggiare attacchi al suo impero e ai suoi alleati: prima Berlino, poi la Congrega, poi Alexander Kirk e, infine, Mr. Kaplan. Escludendo ritorni clamorosi (la resurrezione di Mr. Kaplan o un ritorno di Kirk), il villain della prossima stagione è avvolto nel mistero. Ed è così che sul web ha preso piede un teoria molto interessante: Red Reddington sarà il cattivo della quinta stagione di The Blacklist!

Andiamo per ordine. I recenti spoiler sulla prossima stagione, indicano che Red farà di tutto per mantenere al sicuro i suoi segreti più oscuri, soprattutto quelli relativi a Liz. Il creatore della serie Jon Bokenkamp ha confermato ciò a Entertainment Weekly, anticipando che Red farà di tutto per non far incontrare Liz e suo nonno Dom, il padre di Katarina per intenderci. A tutto ciò aggiungiamo la valigia, con all’interno resti umani, ora in possesso di Tom che, di certo, arriverà nelle mani di Liz e che potrebbe svelare un crimine orribile commesso da Red anni addietro, obbligando l’uomo a soluzioni estreme tanto da farlo diventare il cattivo della quinta stagione di The Blacklist.

Segui la pagina The Blacklist Italia su Facebook per restare sempre aggiornati!

Commenta su Facebook!

Danilo Gargano

Vedi tutti gli articoli

Commenta!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *