Home » Series » Twin Peaks 3×07: la recensione del settimo episodio del revival

L’ultima volta che Cooper (in questo caso EvilCooper) è stato visto dal Dr.Hayward, era all’ospedale nel reparto terapia intensiva, dove c’era Audrey in coma dopo l’incidente alla banca (The History of Twin Peaks conferma che la donna è sopravvissuta). In molti pensano che Richard Horne (il ragazzo che ha investito il povero bambino nello scorso episodio), possa essere figlio di EvilCoop e Audrey, e che l’uomo possa aver abusato di lei durante il coma (speriamo di no).

Twin Peaks

Conosciamo meglio Diane, che nella serie originale non è mai apparsa, forse perché non avrebbe mai potuto usare tutti quei “fucking” su ABC. Laura Dern si conferma una scelta meravigliosa, le sue scene con Gordon ed Albert sono tra le migliori dell’episodio, ma la sequenza più importante è sicuramente quella con EvilCooper: si parla di una serata particolare, l’ultima volta che si sono visti, inoltre Diane capisce subito che quello non è il vero Cooper, più volte dice “who are you?”, un qualcosa di simile successe tra Laura Palmer e suo padre Leland.

Come sospettavamo, il corpo ritrovato (quello senza testa) appartiene al maggiore Briggs, il padre di Bobby, ma ci sono delle incongruenze e delle stranezze: l’età non combacia e neanche il periodo della morte. L’uomo che si aggira nell’obitorio è forse una delle cose più inquietanti del revival. Pensiamo che abbia un ruolo maggiore.

Torniamo al Great Northern Hotel, che è sempre un piacere rivedere. Ben Horne e Beverly sentono degli strani suoni, il pensiero è andato subito a Josie (intrappolata nel pomello) o ai passaggi segreti di Audrey. Ora la chiave della stanza di Cooper è nelle mani di Ben, che speriamo possa fare qualcosa di concreto a riguardo.

Dougie torna in modalità Agente Cooper, con un certo aiuto della loggia, e atterra il nano con il punteruolo (che questo volta ha scelto una pistola), mentre EvilCooper lascia il penitenziario. Sembra sempre più chiaro che prima o poi i due avranno un confronto.

L’episodio più bello e solido del revival fino a questo momento, il più “Twin Peaks”, ci riporta alla storia originale e ci dà nuovi indizi su cosa vedremo in futuro.

 

Commenta su Facebook!