Home » Series » Once Upon A Time: ecco perché è stato un errore rinnovarlo per una stagione 7

Once Upon A Time è stato rinnovato per una settima stagione, molti fan non ne sono felici ed è abbastanza chiaro il motivo, ma andiamo ad indagare sul perché è una scelta, secondo noi, molto sbagliata.

A pochi giorni dall’annuncio dell’uscita ufficiale dal cast di Jennifer Morrison, la protagonista Emma Swan, ABC ha annunciato il rinnovo di Once Upon A Time per una settima stagione. Quando lo show è partito nell’Autunno del 2011, fu la novità più grande di quella stagione televisiva insieme ad un’altra serie ABC “Revenge.” Il pilot venne visto da più di 12 milioni di telespettatori e la prima stagione fu un successo di critica e pubblico.

Con l’andare del tempo, lo show ha avuto i suoi alti e bassi (seconda stagione tiepida, terza stagione molto buona, quarta stagione altalenante, quinta stagione sottotono e sesta stagione che ha provato a risollevare un po’ le sorti della storia, ma che è caduta un po’ troppo spesso sugli stessi meccanismi ridondanti delle precedenti stagioni). Sì, perché Once Upon A Time aveva una premessa veramente interessante e ha avuto una prima stagione quasi perfetta dal punto di vista narrativo, con elementi che rimandavano (anche perché Horowitz e Kitsis sono di casa) a LOST, sia in maniera diretta che indiretta. Era uno show che aveva motivo di esistere in un panorama televisivo sempre più vasto.

ONCE UPON A TIME - "The Song in Your Heart" - In flashback, Snow and Charming make a special wish that Emma will be protected. The result of their wish has the whole kingdom bursting into song which infuriates the Evil Queen. Meanwhile in Storybrooke, the Black Fairy announces her plans to unleash another curse on the town while Emma and Hook prepare for their wedding, on "Once Upon a Time," SUNDAY, MAY 7 (8:00-9:00 p.m. EDT), on The ABC Television Network. (ABC/Jack Rowand) JENNIFER MORRISON, COLIN O'DONOGHUE

Quando iniziamo Once Upon A Time una cosa ci è subito chiara: nonostante sia una serie molto corale, considerando anche la varietà dei personaggi delle fiabe, la protagonista è Emma Swan. Si tratta della sua storia.

Ma il problema principale di continuare Once Upon A Time non è l’assenza di Emma Swan, anche se ovviamente influisce parecchio. Il problema principale è che un reboot/reset è una pessima idea ad uno stadio così avanzato e soprattutto quando hai la possibilità di chiudere lo show concludendo la storia iniziale con i protagonisti originali.

Sì, perché gli autori hanno intenzione di incentrare la storia su un nuovo protagonista (alcuni ipotizzano un futuro Henry), un uomo cresciuto che ha perso la speranza…e una giovane bambina proverà ad aiutarlo a ritrovarla. Vi ricorda qualcosa? E mentre l’idea di per sé non è neanche malvagia, c’è un grosso problema di fondo…

Altre serie ci hanno provato e hanno miseramente fallito.

CONTINUA A PAGINA 2

Commenta su Facebook!