E’ andata in onda il 7 gennaio sulla BBC One Taboo, la serie creata da Edward Hardy e il figlio Tom ,  scritta e prodotta da Steven Knight, regista conosciuto per la serie di successo “Peaky Blinders”.

Taboo vanta la produzione di grandi nomi, tra cui il regista Ridley Scott, che ha deciso di finanziarla. Serie di principi e principesse le abbiamo avute, di zombi e di battaglie per rivendicare un trono anche, adesso è il turno di Taboo. La nuova miniserie caratterizzata da un mix di violenza,  dramma, horror, ha  come protagonista un terrificante Tom Hardy.

Taboo Tom Hardy

 

Ambientato nella Londra dell’800, cupa, grigia, tra la tempesta si vede arrivare una figura incappucciata su una barca. Sotto quel cappuccio si nasconde James Delaney (Tom Hardy) che dopo dieci anni di assenza, ritorna in patria per riscuotere l’eredità lasciatagli dal padre da poco deceduto. Tutti lo credevano morto e nel rivederlo, non sono poi così felici, sopratutto la sorellastra Zilpha (Oona Chaplin, de “Il trono di spade”) ed il marito Thorne, che credevano di essere gli unici eredi dell’impero del magnate.

James eredita dal padre una vecchia flotta finita in bancarotta e un pezzo di terra  nel Nord America, Nootka Sound, che a seguito di accordi con la sorella stava per finire nelle mani della Compagnia delle Indie. Una terra che inizialmente sembrava non avere nessun valore fino a quando non si rivela un ottimo punto per gli affari commerciali inglesi in vista della guerra che sta per scoppiare con gli Stati Uniti.

Il Presidente della Compagnia delle Indie Sir Stuart Strange (Jonathan Price, l’Alto Passero de “Il Trono di Spade”), non si arrende nel vedere i suoi piani andare in fumo a causa dell’arrivo improvviso di un uomo che si pensava non dovesse fare più ritorno. James, uomo cupo e misterioso, così come il suo passato, è in grado di vedere e sentire cose che nessuno mai potrebbe.

Una perfetta scenografia in una Londra vittoriana  per i misteri che vi si aggirano intorno:  il protagonista con i suoi modi bruschi sembra inavvicinabile e la sua espressione non lascia trapelare nessun tipo di sentimento, se non quello di ripudio verso tutto e tutti.

Il versatile Tom Hardy anche questa volta non ci ha delusi, mostrando il suo lato oscuro, dove padroneggia in quasi tutte le scene senza stancare mai chi lo guarda. Le abilità recitative dell’attore  già avevamo avuto modo di apprezzarle in “Mad Max: Fury Road”, in  “Revenant”, “Legend” e dove presto le  rivedremo nel nuovo film “Dunkirk” di Christopher Nolan in uscita ad agosto 2017. Se la prima puntata è stata da brivido non oso immaginare come sarà la seconda: non ci resta che guardare!

Per le news sull’attore segui la pagina: Tom Hardy Italian Fanclub – THIF !

 

 


Ambra Azzoli

Laureata in Scienze e Tecnologie della Comunicazione, presso l'università la Sapienza di Roma. Inizia ad avvicinarsi alla scrittura cinematografica nel 2013. Oltre la passione per il cinema, anche quella per il teatro, nata all'età di 12 anni, frequentando il primo corso di recitazione. Ama trascorrere il suo tempo tra libri, serie tv e film!

Vedi tutti gli articoli
Inline
Inline