In un primo momento, la serie 4 di Sherlock è iniziata positiva e più irriverente che mai. Ma di certo la felicità non può durare a lungo: grazie al finale scioccante della premiere. Spoiler per chi non ha visto l’episodio.

Love conquers all, disse Benedict Cumberbatch al San Diego comicon questa estate, che significa “Amore conquista ogni cosa”e in un primo momento pò sembrare una cosa positiva, ma non dopo questo episodio.

Il primo episodio infatti, si è concluso con la morte di Mary Watson, che si è sacrificata al posto di Sherlock prendendo un proiettile a lui destinato. Di seguito ci parla di questa morte improvvisa e dolorosa, lo showrunner Steven Moffat, di come questo potrà cambiare Sherlock e la storia.

“Mary è davvero morta – dice Moffat – Non stiamo scherzando. La realtà di questo show si basa su Sherlock e Watson, sicuramente era divertente renderli un trio, ma questo non avrebbe potuto funzionare a lungo termine. Ritorneremo alle origini, con loro due, questo è il format. ”

Ew inoltre ha chiesto a Steven Moffat il motivo per il quale Mary decide di prendersi un proiettile salvando Sherlock.

“Beh, ha salvato il suo amico. Non c’è stato molto tempo per capire cosa fare. Durante tutto l’episodio, Mary è stata molto protettiva nei loro confronti. In realtà lei è molto più brava di loro, li considera due dilettanti con molto talento. Quindi prende una decisione di istinto, senza avere il tempo di pensare con lucidità.”

Ciò che ci preoccuperà molto dopo questo finale scioccante, saranno le problematiche conseguenze per John  Watson, perso dal dolore e dalla rabbia. “Save John Watson” sarà probabilmente una chiave importante per i prossimi episodi.

“Il prossimo sarà uno degli episodi più dark che avrete visto, c’è un grande nemico da affrontare adesso.”

Il prossimo episodio di Sherlock uscirà il 9 Gennaio su Netflix!

Metti mi piace alla pagina Facebook Sherlock (BBC) Italia e Benedict Cumberbatch Italia

 


Commenta su Facebook!

mairavista

Companion del Doctor. Blogger di serie TV. Bionda dentro. Per info andate a pagina 394.

Vedi tutti gli articoli