Lagertha, bellissima e fatale shieldmaiden della serie “Vikings”, ha ucciso molto nella sua vita.

Fin da quando ha deciso di lasciare suo marito Ragnar a causa dell’arrivo di Aslaug, Lagertha ha dovuto costantemente lottare per vedere riconosciuto il proprio valore. Guardata con ammirazione dalle donne di tutte le età Lagertha è una donna che ha saputo trovare il suo posto nel mondo, spesso a prezzo di grandi sacrifici come ad esempio nella prima stagione quando lascia Ragnar. Scelta sofferta ma necessaria che ha permesso alla shieldmaiden di imparare a camminare con le proprie gambe e di acquistare sempre più potere.

La scalata al potere di Lagertha è stata resa possibile sopratutto grazie a 3 uccisioni che lei ha compiuto:

1 – Sigvard.

Dopo aver divorziato da Ragnar, Lagertha si era risposata  con Sigvard, uomo violento e manesco. Spesso a causa dei suoi complessi d’inferiorità nei confronti del primo marito di Lagertha la picchiava e trattava male suo figlio Bjorn. Quando Lagertha dopo aver portato aiuto a  Ragnar torna a casa, Sigvard ha tutta l’intenzione di fargliela pagare: durante la notte invia un gruppo di uomini per picchiare e violentare la donna che però si difende come una vera guerriera! Il giorno dopo Lagertha porta sul volto e sul corpo i segni dell’aggressione; quando è a tavola col marito lui vorrebbe mostrare i suoi senti a tutti asserendo che sono come quelli della Dea Freya…per Lagertha è l’ennesima pesante provocazione: per questo reagisce e lo uccide! Era preferibile per lei venire accusata e imprigionata che umiliata pubblicamente a quel modo; possiamo darle torto??

06

Con la morte di Sigvard, Lagertha diviene Earl e il potere che ha sempre desiderato è finalmente nelle sue mani.


Commenta su Facebook!

AleStarkSnow

Anima folle dispersa in un mondo di finti santi.

Vedi tutti gli articoli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi