Recensione dell’ottavo episodio della sesta stagione di “C’era una volta” che porta avanti la storyline della precedente puntata ricca di colpi di scena

 

Once Upon a Time va avanti, e anche in questa puntata non vengono affrontate nuove storie su nuovi personaggi provenienti dal Regno delle storie interrotte, ma si continua con la storyline principale, l’eterna lotta degli eroi contro l’Evil Queen e i suoi alleati. Vediamo cosa è successo in “I’ll Be Your Mirror”, e ricordiamo che andando avanti con la lettura ci saranno diversi spoiler.

Good moring! Good morning! It’s great to stay up late!

Heartless” era finita con un vero e proprio colpo di scena, cioè il destino alla “Ladyhawke” per i Charming: per colpa della nuova maledizione del sonno, potranno comunque stare insieme, ma allo stesso tempo non lo saranno, visto che quando uno sarà sveglio, l’altro dormirà. Una settimana in cui ci siamo chiesti: come affronteranno questa situazione i due innamorati più importanti della serie?

Sembra bene, a giudicare l’inizio dell’episodio. Sembra una delle tante pubblicità della colazione nostrane, che evidentemente vanno di moda anche oltreoceano. I giorni passano, e quando uno dorme, l’altro si occupa amorevolmente di lui. Si alza con un grande sorriso (ok, ci sta perché è giusto sorridere pensando che la tua metà non è andata all’altro mondo ma è ancora viva seppur dormiente, ma certi video non mettono in conto quanto sia duro e problematico il risveglio mattutino…), gli prepara la colazione, si occupa del piccolo Neal. “Quasi” tutto bene? Alla fine non più. Biancaneve si rende conto che questa vita non potrà andare avanti per sempre, distruggerà alla lunga il loro cuore, e della stessa cosa sembra essersi reso conto anche David. E in più, sono anche stati spiati…

screenshot-2016-11-16-15-55-14

Mamme dietro lo specchio

Ebbene si, la Regina Cattiva stava spiando l’abitazione dei Charming attraverso il solito incantesimo su uno specchio. Ma non tutto il male sembra non venir per nuocere, poiché ha dato a Regina un’idea: imprigionare la loro nemesi in uno specchio per non dover essere costretti a dolorosi sacrifici pur di fermarla. Lei ed Emma attuano un piano, sempre con l’aiuto del coraggioso Henry, ma come viene spesso detto in queste situazioni irreali, non si può battere sé stessi. Evil Queen è alla fine uguale a Regina, quindi riesce a prevedere le sue mosse in anticipo, compresa quello dello specchio, e dato che la malvagità rende le tue capacità più ciniche e spietate, riesce in un attimo a ritorcere l’incantesimo su di loro. Così ora le due eroine si trovano in un mondo surreale dietro lo specchio, e di certo non bello come quello raccontato dai romanzi di Lewis Carroll. Solo rovine e specchi, non c’è traccia di cibo e acqua, anche se l’ex genio della lampada Sidney ci ha vissuto a lungo…

screenshot-2016-11-16-15-57-27

E ora che si fa? Le persone dall’altro lato dello specchio sembrano non riuscire a sentire le loro richieste di aiuto, ma forse c’è una persona speciale e sensibile che può farlo: Henry. Ha salvato la sua famiglia e amici in passato, può farlo di nuovo. Intanto Evil Queen cerca di sostituirsi a Regina, assumendone l’aspetto, e cercando di convincere gli eroi che Emma è andata a New York a cercare il Dragone. Sembrano tutti crederle, ma Uncino, da vecchio lupo di mare, non è poi così convinto…

Henry è invece preoccupato per Violet. La bella ragazza conosciuta a Camelot, figlia dello yankee alla corte di Re Artù, sembra aver perso interesse per lui, e punta tutto sul ballo della scuola per riconquistarla. Quella sera, proprio mentre è alla locanda di Granny, Emma e Regina riescono a trovare lo specchio giusto, e a forza di pugni sullo specchio cercando di farsi sentire. Come era prevedibile, il ragazzo non è insensibile a certe cose, e non solo sente il vetro tremare, ma capisce subito tutto. Grazie a Violet riesce ad allontanarsi senza destare sospetti…

Emma e Regina naturalmente non hanno capito che Henry si è accorto di loro, e stanno per gettare la spugna, ma arriva in loro aiuto una vecchia conoscenza: il Dragone non è nella Grande Mela, ma anche lui intrappolato in questo tetro mondo. Barlume di speranza, perché non è solo un uomo difficile da uccidere, ma anche pieno di risorse, così mostra alle mamme disperate uno specchio rotto, che Sidney aveva provato a ricomporre per fuggire da lì. E insieme forse possono farcela a terminarlo.

screenshot-2016-11-16-16-00-36

Ma Evil Queen non aspetterà che ciò avvenga, e trova Henry nella cripta, mentre provava a riportare indietro le sue madri con lo specchio di Regina. Grazie alla magia gli mostra il posto dove sono rinchiuse, e gli consegna il martello di Efesto (altro elemento mitologico preso un po’ a caso): presto dovrà usarlo se vuole che restino in vita. Infatti tira subito fuori un cuore pulsante, che naturalmente appartiene al Dragone, che assume quella che supponiamo sia la sua forma naturale: un drago cinese. Controllato da Evil Queen, prova ad uccidere Emma e Regina, mettendo Henry di fronte a una scelta: o muore il Dragone, o le sue mamme.

screenshot-2016-11-16-16-09-39

Il piano di Evil Queen è semplice e perfido: vuole rendere Henry oscuro, in modo da poterlo riavvicinare a lui. Purtroppo per lei anche il ragazzo è pieno di risorse, e invece di colpire con il martello il cuore pulsante, manda in mille pezzi lo specchio, aprendo un portale tra i due mondi. Emma e Regina sono salve, così come si suppone anche il Dragone visto che Henry ruba prontamente il suo cuore, ed Evil Queen è costretta alla fuga, anche grazie a un redivivo Uncino. Sconfitta l’ennesima volta la Regina Cattiva ora Henry può preoccuparsi di Violet, che non si era affatto distanziata da lui: era solo confusa dal cinema moderno. Così i due giovani possono avere il loro ballo, e ribadisco la personale invidia nei confronti di questo personaggio: perdita del padre a parte, non si può dire che a questo ragazzi manchino motivi per essere felice.

cccc

Usa almeno la bacchetta

Difficilmente in una puntata si vede una sola storyline, e in “I’ll Be Your Mirror”, oltre ai Charming e alla lotta alla Regina cattiva, abbiamo il sempre più deteriorarsi della ship “Rumbelle”. Che la giovane appassionata di libri si innamori come una volta della Bestia sembra ormai impossibile, anche perché sta meditando di fuggire da Storybrooke, magari per il Bosco Incantato, e chiede aiuto a Zelena. La strega di Oz alla fine accetta, ormai non si fida più non solo di Tremotino, ma anche della sua sorella cattiva, visti gli ultimi sviluppi tra i due. Ma per fuggire c’è bisogno della bacchetta magica dell’apprendista stregone, custodita nel negozio di Gold.

 

E allora, chi meglio di Aladdin può recuperarla? Il giovane ladro si intrufola nel negozio e riesce non solo in questa impresa, ma anche in quella di rubare la classica lampada ad olio, che non contiene il genio, almeno non quello che lui conosceva un tempo, dato che è andato avanti e ora è un uomo libero. Parliamo di Sidney, che fu liberato prima della maledizione di Regina dal padre di Biancaneve? O di Cyrus di Once Upon a Time in Wonderland? Non ci è ancora dato saperlo, ma forse, a sentire le parole di Aladdin, in questa lampada c’è qualcun altro che può aiutare Agrabah. E la lampada non è l’unico cameo che stavamo aspettando. Ci siamo chiesti tutti dove fosse Abù, beh, per il momento, abbiamo visto la sua versione giocattolo nel negozio di Gold. Si tratta di una semplice citazione, o c’è una storia anche su di lui che dobbiamo scoprire?

screenshot-2016-11-16-15-59-41

Con la bacchetta Belle e Zelena sono dunque scappate? Macché, non la si fa tanto facilmente all’Oscuro, Tremotino ha solo finto di non essersi accorto della presenza di Aladdin nel suo negozio. Non solo ha recuperato la bacchetta, ma con un bracciale magico impedisce qualunque fuga futura di Belle. È evidente che ormai gli interessa solo avere il bambino per sé. Ma per fortuna non tutti i piani gli vanno a buon fine. Vuole anche uccidere Zelena, ma non può, visto l’accordo che presero entrambi tempo prima a New York. Deve pensarci qualcun altro, e l’unica persona che potrebbe farlo è naturalmente Evil Queen…

screenshot-2016-11-16-16-06-00

 

La Regina Cattiva non si chiama così per caso, però al momento non lo è proprio del tutto. Vuole ancora l’amore da parte di Henry, e la sua faccia non sprizza entusiasmo quando Gold le dice di uccidere la sorella. Forse c’è speranza anche per lei?

screenshot-2016-11-16-16-04-46

Appuntamento alla prossima puntata, “Changelings

 

Metti mi piace alle pagine Facebook  Rumplestiltskin ϟ All magic comes with a price  ∞ C’era una volta ∞   » Sometimes the best teacup is chipped «La magia ha sempre un prezzo». Swan Mills family. Poisoned Apple.  La Bella e La Bestia  It’s a show? It’s a lifestyle. It’s a religion. • Jennifer Morrison •  ₪¤§ Io non guardo serie tv, faccio maratone. §¤₪ There’s Always Hope.  Quando una serietv non è solo una serietv


Valerio Brandi

Giornalista pubblicista che ha iniziato la carriera con lo sport con il Corriere Laziale e apparizioni in reti televisive come T9 e Rete Oro per poi passare al cinema e alle serie Tv, dedicando molta passione al mondo del doppiaggio.

Vedi tutti gli articoli
Inline
Inline