Recensione spoiler del settimo episodio della sesta stagione di “C’era una volta”, una puntata che ti fa tornare in mente le prime e straordinarie stagioni di questa serie Tv incentrata sulla rivisitazioni delle più grandi fiabe

 

Continua la sesta stagione di Once Upon a Time, e con Heartless non si introducono i mostriciattoli di Kingdom Hearts, ma si dà una svolta decisa alla storyline principale, una puntata che sembra aver davvero ritrovato i momenti migliori delle prime tre stagioni. Ma andiamo avanti con ordine, e naturalmente…

Attenzione! L’articolo contiene numerosi SPOILER!

fffs

Sempre insieme, eternamente divisi…

Si comincia con il mondo dei sogni. Biancaneve, tranquilla dell’incantesimo di protezione al suo cuore e a quello di David da parte di Regina, non teme più di tanto Evil Queen e allora dorme beatamente, anche se improvvisamente nel sogno le appare proprio lei. Inizialmente le parla di un evento del passato, precedente alla prima maledizione, quando il padre di Biancaneve era ancora vivo e Regina doveva sopportare la presenza della principessina. Spinta dalla sua parte malvagia, Regina era di sicuro in torto in questo suo odio profondo nei confronti di Biancaneve, ma non del tutto. La piccola Snow White non era la stessa bella persona di quando ha conosciuto David, aveva molto da imparare sull’amore e l’umiltà, così era logico che Regina provasse del risentimento nei suoi confronti, anche se naturalmente questo non giustifica il suo desiderio di ucciderla. Volere che è sempre più forte, e che stavolta sembra essere maturo a realizzarsi.

Durante il sogno le dà una misteriosa boccetta d’acqua, che al risveglio si ritrova tra le mani. E insieme a lei anche una promessa: se entro 12 ore lei e Azzurro non le consegneranno il cuore, la scatenerà su tutta la città. Reale pericolo o bluff? Gli eroi al mattino si riuniscono in “concilio ristretto”, e grazie alla sagacia di Regina vengono a scoprire che quell’acqua viene direttamente dagli Inferi, e può uccidere qualunque cosa tocchi. Che si fa? Davvero si avverrà quel destino? David inizialmente non ci crede, del resto, l’Oracolo ha previsto che lui e sua moglie, ma anche il resto della famiglia, saranno vivi e vegeti al momento della fine di Emma, ma la Salvatrice ricorda anche che il destino è in continuo mutamento. Ci vuole qualcosa di più forte, e dove la saggezza di Belle fallisce, ci pensa la magia bianca della Fata Turchina. C’è un ramoscello a Storybrooke, che ha viaggiato pure lui 30 e più anni fa dal Bosco Incantato, nato dal vero amore e che dunque può sconfiggere qualunque cosa in quanto magia più forte di tutte.

Occorre dunque trovarlo tramite il solito incantesimo di localizzazione, ma stavolta questa magia sarà visibile a tutti, quindi anche ad Evil Queen, Gold e Zelena. Occorre dunque un diversivo, e Regina pensa di sfruttare la passione della sorella nei confronti di Tremotino, facendola arrivare al negozio tramite un messaggio falso, in modo che possa vederli amoreggiare. Nasce subito un litigio tra le due sorelle, ma non abbastanza lungo, a quanto pare. Tremotino non ci mette molto a scoprire l’inganno, e quindi il piano dei Charming va subito in fumo, il rametto viene preso da Evil Queen e distrutto, e tutto sembra perduto. I principi non staranno certo fermi mentre la città viene distrutta, e quindi sono pronti al sacrificio, anche se nel momento in cui hanno toccato l’arbusto hanno avuto una strana visione…

Torniamo indietro nel tempo, solo con la memoria stavolta, ai tempi del Bosco Incantato e di quando Biancaneve era appena stata messa fuori legge da Regina. Non ancora abituata alla macchia, stava pensando di andare al porto ed imbarcarsi per non tornare più, ma viene rapita da un malvagio taglialegna. La sua fortuna vuole che quel giorno David stava andando nella sua stessa direzione con il suo cane Wilby, una bestiola talmente bella e pucciosa da farti subito dire “Lo voglio!”. Trovato il carro chiuso dove è rinchiusa Biancaneve, David cerca subito di liberarla, e dopo una lotta con il taglialegna ci riesce. Sta per aprire la porta, ma la principessa non vuole che lui la veda, per non metterlo nei guai. Così non viene rovinato del tutto uno dei momenti più importanti della serie: il furto alla carrozza di Re Mida non è in realtà il primo incontro tra Biancaneve e il Principe Azzurro, ma di sicuro quello in cui si sono visti per la prima volta in faccia. Per il momento almeno…

Un incontro che comunque influisce sul destino della futura coppia. Biancaneve decide di restare e combattere per riprendere ciò che le è stato tolto, e David al tempo stesso salva la fattoria della madre. Dalla loro prima stretta di mano nasce l’alberello che abbiamo visto protagonista in questa puntata. Entrambi toccandolo nel presente hanno capito chi c’era dall’altra parte della porta quel giorno, e questo sembra portarli ad affrontare il loro destino con Evil Queen in maniera diversa. Forse pensano che la loro eterna nemesi anche stavolta non potrà separarli?

 

All’appuntamento Evil Queen è pronta a scagliare l’acqua contro Storybrooke visto che i Charming ancora non si vedono. Messi alle strette, Regina ed Emma forse (si intuisce, ma potrebbe anche non essere così) sono pronte a una mossa disperata: la Salvatrice ucciderà la madre adottiva di Henry perché, in quanto originale, metterà fine anche alla sua controparte malvagia. Ma non c’è bisogno, Mary Margaret e David sono arrivati al cimitero, e una volta rimosso il loro incantesimo di protezione tendono il petto ad Evil Queen. Cosa succederà ora? Di sicuro, non quello che avevano previsto i Charming. Evil Queen non prova manco un attimo a stritolare il cuore diviso in due, ma li rimette al loro posto. Non sono comunque come prima: Biancaneve cade a terra addormentata. Un nuovo incantesimo del sonno, ma stavolta sarà diverso, parola della Regina Cattiva.

David non si ferma un attimo e la cerca, e la ritrova nella foresta, nella stessa teca di cristallo da cui l’aveva risvegliata anni prima. Arrivano anche gli altri amici, tutti scettici del fatto che stavolta un bacio non la risveglierà, ma nessuno può impedire a David di provarci. Il principe Azzurro la bacia, e incredibilmente, Biancaneve apre gli occhi, ma fa appena in tempo a vederla per poi finire addormentato. Ora è tutto chiaro: questa è la maledizione di Evil Queen. Quando sarà sveglio uno, l’altro dormirà. Così saranno condannati per l’eternità alla solitudine. Questo grande colpo di scena non ci può non far tornare in mente il grande capolavoro fantasy Ladyhawke, a cui abbiamo dedicato il commento della puntata. David e Mary Margaret non si trasformeranno in un lupo e in una poiana codarossa (anche se nel film la chiamano falco), ma sono condannati anche loro a non vedersi più, finché l’incantesimo non si spezzerà. Ma siamo certi che in qualche modo ci riusciranno.

Mentre chissà come finirà tra Belle, Tremotino e il loro bambino. Sperando in un lieto fine, o almeno, in uno sviluppo originale e non scontato come molti temono, ci diamo appuntamento alla prossima settimana con la nuova puntata di Once Upon a Time, “I’ll Be Your Mirror

 

Metti mi piace alle pagine Facebook  Rumplestiltskin ϟ All magic comes with a price  ∞ C’era una volta ∞   » Sometimes the best teacup is chipped «La magia ha sempre un prezzo». Swan Mills family. Poisoned Apple.  La Bella e La Bestia  It’s a show? It’s a lifestyle. It’s a religion. • Jennifer Morrison •  ₪¤§ Io non guardo serie tv, faccio maratone. §¤₪ The world of two fangirls ϟ There’s Always Hope.  Quando una serietv non è solo una serietv


Valerio Brandi

Giornalista pubblicista che ha iniziato la carriera con lo sport con il Corriere Laziale e apparizioni in reti televisive come T9 e Rete Oro per poi passare al cinema e alle serie Tv, dedicando molta passione al mondo del doppiaggio.

Vedi tutti gli articoli
Inline
Inline