Ciò che temevamo di più è accaduto: il Framework ha reclamato la sua prima vittima. A commentare l’accaduto è Jason O’Mara in persona, mentre si appresta a dire addio ad Agents of SHIELD.

ATTENZIONE SPOILER: Ovviamente l’articolo contiene significanti spoiler sull’ultimo episodio di “ Agents of SHIELD ” andato in onda, la puntata 4×18.

Il Framework ha reclamato la sua prima vittima. Dopo la povera Agnes, tocca agli eroi dell’ex-SHIELD: il direttore Jeffrey Mace, che aveva finalmente assunto l’identità del supereroe Patriot, è morto sacrificandosi per salvare degli innocenti. E ci avevano avvisato: se si muore nel Framework, si muore nella vita reale.

Agents of SHIELD

Jason O’Mara deve dire addio ad “ Agents of SHIELD ”, e non è affatto felice. Il suo personaggio non è stato accolto immediatamente bene dalla maggior parte dei fan, i quali erano sospettosi sulle sue reali intenzioni, ma nel corso della stagione abbiamo avuto modo di conoscerlo e seguire i suoi sforzi di diventare l’eroe che il mondo credeva che fosse. Come se non bastasse, l’attore amava il set e il cast, per cui come ha preso la notizia della dipartita di Mace?

“Non bene. Stavo bevendo un caffè quando Jeff Bell e Jed Whedon sono venuti nel mio camerino, mi hanno fatto sedere e hanno detto ‘Abbiamo una buona notizia e una cattiva’. Quando ho chiesto la cattiva, mi hanno risposto ‘Morirai nel prossimo episodio’. Allora ho chiesto, ‘E qual è la buona notizia?’ E loro, ‘E’ davvero un bell’episodio’. Almeno Jeffrey Mace è morto da eroe, come aveva sempre voluto, anche se non nella vita reale. Ero sia entusiasta perché aveva avuto la fine che meritava, sia, ovviamente, estremamente deluso perché il cast e la crew sono diventati come una famiglia e non volevo andarmene. Ma quando te ne devi andare, te ne devi andare.”

In più, oltre a salvare delle vite, il suo sacrificio è servito per far aprire gli occhi a Melinda May sull’Hydra, e farla tornare dalla parte dello SHIELD. Jason O’Mara, inoltre, è molto grato agli autori per non aver apportato sostanziali modifiche al suo personaggio. Anche nel Framework, Mace continuava a lottare per salvare le persone, continuava ad essere leale allo SHIELD. Ma com’è stato girare l’ultima, emozionante scena, quella in cui AIDA spegne il suo supporto?

“Il party di fine riprese è stato ieri, perché il finale di stagione è stato girato ieri, quindi abbiamo festeggiato tutti insieme dove giriamo lo show. E c’erano alcuni di quei letti verticali alla festa. Hanno mostrato un filmino con i blooper e con una delle tante riprese di quella scena, quando Aida spegne Mace. Dovevo trattenere il respiro mentre lei entrava nella stanza, camminava lentamente, arrivava al mio pannello e sempre lentamente lo spegneva, e anche dopo la telecamera continuava ad indugiare su di me… Ed io avevo davvero bisogno di respirare, quindi nel filmino si vedere che faccio un respiro profondo. La mia unica preoccupazione era cercare di non svenire per la mancanza di ossigeno. Quando hai gli occhi chiusi in quel modo, non stai più recitando. Si tratta veramente di cercare di non perdere conoscenza.”

Ma la domanda è: rivedremo mai Jeffrey Mace? In “ Agents of SHIELD ”, così come nell’Universo Cinematografico Marvel, non si può mai dire, la morte non è veramente la fine di tutto. Per adesso, Mace è morto. Il suo cuore ha smesso di battere. Ma in futuro non si può mai dire mai.

Se volete rimanere aggiornati su “ Agents of SHIELD ”, vi consiglio di passare da Welcome to level 7!


Commenta su Facebook!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi